Elephant Man

elephant

1884: John Merrick, colpito da una forma ripugnante di neurofibromatosi che gli deforma le ossa del cranio, è usato come attrazione da fiera. Viene salvato da un medico, Treves, e l'uomo-elefante diventa così un protagonista della Londra vittoriana, anche se a causa del suo aspetto mostruoso continuerà a essere vittima di violenze e umiliazioni. Opera seconda di Lynch, fotografata in un raffinatissimo bianco e nero, il film ribalta completamente le regole del genere: l'incontro con il “mostro” non scatena il nostro terrore ma il suo, perché racconta la paura che Merrick ha di far paura. Il film diventa così una delle più commoventi riflessioni sullo sguardo e sulle responsabilità dell'istinto voyeuristico, perché la vita di Merrick è narrata come un continuo confronto con gli sguardi degli altri. Candidato a ben otto Oscar non ne vinse, scandalosamente, nemmeno uno.

Link IMDB