La cordigliera dei sogni

cordigliera

Titolo originale: La Cordillera de los sueños

Dopo essere andato a nord, nel deserto di Atacama, per Nostalgia della luce, ed essere stato a sud, in Patagonia, per La memoria dell'acqua, Guzmán chiude con questo film, presentato al Festival di Cannes, la trilogia sul territorio fisico cileno indagato come testo emotivo, memoir di un periodo storico – la dittatura di Pinochet – che ha riscritto una cultura antica di ventimila anni e ferito il paese in ogni centimetro della sua superficie. Per il regista cileno, che ha lasciato la sua terra dopo il colpo di stato del 1973 e non è mai tornato a viverci, superare la cordigliera delle Ande significa entrare nel paese dell'infanzia, viaggiare nel passato, in un luogo che non ha più carattere di realtà materiale, trasfigurato com'è dai tanti anni di distanza e di reinvenzione. 

Link IMDB