Annette

IWP annette foto1

In Annette, Ann (Marion Cotillard) è una diva della lirica che ogni sera muore in scena, Henry (Adam Driver) una star dello stand-up che fa morire dal ridere la platea. A Los Angeles si incontrano e contro ogni logica si innamorano. Anche il pubblico è sorpreso da quel sentimento smisurato come l'ego di Henry. Davanti agli obiettivi dei paparazzi, concepiscono Annette, bambina, bambola, enfant prodige, miracolo e dannazione. Frutto della loro unione e giocattolo delle loro aspirazioni, Annette cristallizza le speranze e i tormenti di due figure opposte. Perché la “bella” e il “bastardo” si amano da morire e fino a morire. Carax chiede allo spettatore di prendere respiro nell'ouverture e poi trattenerlo il tempo che servirà a cantare la storia d'amore di due esseri folgoranti. Improntati ai personaggi del racconto popolare, agli archetipi delle favole come a quelli del melodramma lirico, Anne Henry scrivono con inchiostro nero la vita e la morte degli artisti dannati dal loro ego. Il film è un concerto pop, un inno a tutte le forme dello spettacolo, dall'opera a Broadway, ma è precisamente il negativo del musical di Hollywood, il ritratto oscuro dell'industria dello spettacolo col flash. Di un'inventività formale permanente, l'opera tragica di Carax accoglie esplosioni di bellezza e fa bruciare LA con le sue star incandescenti. Due amanti che suonano superbamente lo spartito di un amore nato morto.

Link IMDB