Ema

ema

Ema, giovane ballerina, decide di separarsi da Gaston dopo aver rinunciato a Polo, il figlio che avevano adottato ma che non sono stati in grado di crescere. Per le strade della città portuale di Valparaiso, la ragazza va alla ricerca disperata di storie d'amore che l'aiutino a superare il senso di colpa. Ma Ema ha anche un piano segreto per riprendersi tutto ciò che ha perduto. Una affascinante meditazione sul corpo umano, sulla danza e sulla maternità. Un melodramma con molta musica, che mette in crisi l'idea di cosa sia oggi la famiglia. Soprattutto c'è tanta street dance, concepita dal regista e dal coreografo José Vidal proprio tra le strade di Valparaiso. Il regista ha voluto dare il copione agli attori, scena per scena, il giorno prima di ogni ripresa, senza mai anticipare loro cosa succederà. Una recitazione dunque sulla corda tesa, azzarderemmo quasi improvvisata, in cerca di autenticità, incertezza ed emotività. Un'altra sfida insomma del grande regista di Tony Manero e Jackie.

 

Link IMDB