Archivio

0117231 ifProductions JudithKaufmann
Prima visione

La sala professori

(Germania 2023) di Ilker Çatak - 98'
giovedì 29/ 02 21
venerdì 01/ 03 21 v.o. sott. ita
sabato 02/ 03 17 - 19 - 21
domenica 03/ 03 17 - 19 - 21

CANDIDATO AGLI OSCAR 2024 - MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

Una delle tante buone decisioni prese dal regista e dal suo co-sceneggiatore è che il personaggio principale, la giovane insegnante Carla Nowak, non è un’insegnante di tedesco. Né insegna religione o storia, nessuno di quegli argomenti che vengono in mente quando un regista vuole raccontarci le difficoltà della coesione sociale.

maxresdefault4

Il Male non esiste

(Giappone 2023) di Ryūsuke Hamaguchi - 106'
martedì 27/ 02 21 v.o. sott. ita
mercoledì 28/ 02 21 v.ita

Il cinema di Ryūsuke Hamaguchi vive da sempre di polarizzazioni dialettiche: la città e la campagna, il silenzio e la parola, la realtà e la finzione, il destino e il caso, la periferia e i centri urbani, la perdita e il riscatto, la prossimità e la distanza.

Past Lives 1 3
Prima visione

Past Lives

(USA 2024) di Celine Song - 106'
mercoledì 14/ 02 21
giovedì 15/ 02 21
venerdì 16/ 02 21 v.o. sott. ita
sabato 17/ 02 18.45 - 21
domenica 18/ 02 16.45 -19
giovedì 22/ 02 21
venerdì 23/ 02 21 v.o. sott. ita
sabato 24/ 02 18.45 - 21
domenica 25/ 02 16.45 - 19

CANDIDATO ALL'OSCAR 2024 PER IL MIGLIOR FILM E MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Una lunga sequenza di apertura in un bar mostra una donna attorniata da due uomini. Possiamo provare a indovinare i loro rapporti: amanti, amici, colleghi? Celine Song, in questo film fortemente autobiografico, già pluripremiato e in corsa per l’Oscar, esplora i turbinii dell’amore

iyengar maestro yoga film uci cinema jpg 1280x720 crop q85
Prima visione

Iyengar - Il Maestro di Yoga

(USA 2018) di Jake Clennell - 107'
martedì 20/ 02 21 v.o. sott. ita
mercoledì 21/ 02 21

La vita e soprattutto gli insegnamenti del maestro B.K.S Iyengar, una delle personalità mondiali dello yoga scomparso nel 2014 a 95 anni, sono gli elementi principali del documentario.

coverlg home7
Prima visione

Un anno difficile

(Francia 2023) di Olivier Nakache, Eric Toledano - 120'
martedì 13/ 02 21 v.ita

È una cosa di cui ho bisogno? È una cosa di cui ho bisogno adesso? Due domande bastano a Toledano e Nakache per strutturare un film alle loro abituali regole di base, l’impegno politico ed un tono da commedia, si tratti di fare luce sui problemi legati all’handicap come avviene in Quasi amici, di questioni inerenti i permessi di soggiorno in Samba, o dell’affresco corale di C’est la vie, che da una festa di matrimonio riesce a mettere in tavola un’allegra lotta di classe.

41756 big
Prima visione

Prima danza, poi pensa - Scoprendo Beckett

(GB/Belgio/Ungheria 2024) di James Marsh - 100'
mercoledì 31/ 01 21
giovedì 01/ 02 21
venerdì 02/ 02 21 v.o. sott. ita
sabato 03/ 02 19 - 21
domenica 04/ 02 17 - 19
sabato 10/ 02 19
domenica 11/ 02 17

Il film prende il suo titolo da un verso dell’opera più famosa di Samuel Beckett, Aspettando Godot. “Forse potrebbe prima ballare e poi pensare”, dice il vagabondo Estragon dello schiavo di Pozzo Lucky, che poi procede a fare entrambe le cose in un tipico modo assurdista beckettiano.

1.92.2 1.92.2
Prima visione

Perfect Days

(Giappone/Germania 2023) di Wim Wenders - 123'
giovedì 04/ 01 21.30
venerdì 05/ 01 21.30 v.o. sott. ita
sabato 06/ 01 18.30 - 21
domenica 07/ 01 16 - 18.30
giovedì 11/ 01 21
venerdì 12/ 01 21.30 v.o. sott. ita
sabato 13/ 01 18.30 - 21
domenica 14/ 01 16 - 18.30
giovedì 18/ 01 21
venerdì 19/ 01 18.30 v.ita
venerdì 19/ 01 21 v.o. sott. ita
sabato 20/ 01 16 - 18.30 - 21
domenica 21/ 01 16 - 18.30
giovedì 25/ 01 21
venerdì 26/ 01 21
sabato 27/ 01 18.30 - 21
domenica 28/ 01 16 - 18.30
martedì 30/ 01 21
giovedì 08/ 02 21
venerdì 09/ 02 21
sabato 10/ 02 21
domenica 11/ 02 19

CANDIDATO OSCAR MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

Si chiama Hirayama, proprio come il protagonista dell’ultimo film di Ozu, Il gusto del sakè. Lavora come addetto alle pulizie dei bagni pubblici di Tokyo. Conduce una vita abbastanza abitudinaria. Parla pochissimo e ha una grande passione per la musica, i libri e gli alberi che ama fotografare.

cielo sopra beerlino 1

Il Cielo sopra Berlino

(Germania 1987) di Wim Wenders - 130'
martedì 06/ 02 21 v.o. sott. ita
mercoledì 07/ 02 21 v.ita

VERSIONE RESTAURATA DALLA CINETECA DI BOLOGNA

La leggera invisibilità dell’angelo. La necessaria pesantezza dell’uomo. Tutto Il cielo sopra Berlino vive di questa dicotomia apparentemente non ricomponibile. Wim Wenders cerca un punto di vista fuori dall’umano per fare parlare i luoghi, dare una voce alle strade, alle piazze, ai muri, alle chiese, ai cieli capovolti.

The Store 2
Prima visione
v.o. sott. ita

The Store

(Svezia 2022) di Ami-Ro Sköld - 143'
martedì 23/ 01 21 v.o. sott. ita
mercoledì 24/ 01 21 v.o. sott. ita

The Store è un film di mostri. Un film di maschere deformi, quasi ci trovassimo di fronte ad un horror, dove, però, è la brutalità della società contemporanea, prima a spaventare e poi ad atterrire lo spettatore. Tutta la crudeltà di un mondo governato dal capitale viene così esplicitata in un dialogo diretto tra realtà ed animazione stop-motion.

foglie al vento 1
Prima visione

Foglie al vento

(Finlandia/Germania 2023) di Aki Kaurismäki - 81'
giovedì 21/ 12/ 2023 21
venerdì 22/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
sabato 23/ 12/ 2023 19.15 - 21
domenica 24/ 12/ 2023 17.30 - 19.15
lunedì 25/ 12/ 2023 17.30 - 19.15 - 21
martedì 26/ 12/ 2023 17.30 - 19.15 - 21
mercoledì 27/ 12/ 2023 21
giovedì 28/ 12/ 2023 21
venerdì 29/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
sabato 30/ 12/ 2023 17.30 - 19.15 - 21
domenica 31/ 12/ 2023 17.30 - 19.15 - 21
lunedì 01/ 01 17.30 - 19.15
mercoledì 03/ 01 21
giovedì 04/ 01 20
venerdì 05/ 01 20 v.o. sott. ita
sabato 06/ 01 16.45
domenica 07/ 01 21
venerdì 12/ 01 20 v.o. sott. ita
sabato 13/ 01 16.45
domenica 14/ 01 21
domenica 21/ 01 21

CANDIDATO OSCAR MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE - PREMIO DELLA GIURIA CANNES 2023

A un certo punto del film, un film sognatore e disincantato, realista e surreale allo stesso tempo, vediamo sulla parete del cinema dove vanno i due protagonisti il manifesto di “Breve incontro” di Lean. E un breve, troppo breve incontro potrebbe essere quello tra Ansa e Holappa, due dropouts che incarnano magnificamente la filosofia del regista finnico.

Due fratelli 2
Prima visione

Due fratelli

(Francia 2021) di Léonor Serraille - 116'
martedì 16/ 01 21
mercoledì 17/ 01 21

La depressione è una malattia da bianchi. È quel che dice Rose al figlio Ernest, silenzioso e malinconico. Ed è il suo modo di spronarlo e incoraggiarlo. Ma, a dire il vero, lei non è mai stata immune da questi problemi dell’anima.

Il mistero profumo verde 1
Prima visione

Il mistero del profumo verde

(Francia 2022) di Nicolas Pariser - 101'
martedì 09/ 01 21
mercoledì 10/ 01 21

Un omicidio che avviene alla luce del sole, o meglio, sotto le luci della ribalta; e la vittima, prima di morire, con un filo di voce denuncia gli assassini. Una donna con la parrucca bionda; scale a chiocciola; un viaggio in treno fatto di inseguimenti e malintesi; un altro omicidio.

Una stanza tutta per se 1
Prima visione
v.o. sott. ita

Una stanza tutta per sè

(Israele 2023) di Matan Yair - 81'
martedì 19/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
mercoledì 20/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita

Uri è un diciassettenne israeliano ossessionato dall’Olocausto. Vorrebbe andare in visita ai campi di concentramento polacchi, ma prima deve superare i suoi problemi di interazione con le persone.

faraone selvaggio principessa 1

Il faraone, il selvaggio e la principessa

(Francia, Belgio 2022) di Michel Ocelot - 82'
sabato 16/ 12/ 2023 19
domenica 17/ 12/ 2023 17

Tre racconti, tre epoche, tre mondi: un'epopea proveniente dall'antico Egitto, una leggenda medievale francese, una fantasmagoria del XVIII secolo tra costumi e palazzi ottomani, per lasciarsi trasportare da sogni variopinti, popolati da splendidi dèi, tiranni ripugnanti, allegri giustizieri, furbi amanti, principi e principesse che fanno quello che gli pare, in un'esplosione di colori.

maestro giardiniere 3
Prima visione

Il maestro giardiniere

(USA, Australia 2022) di Paul Schrader - 107'
giovedì 14/ 12/ 2023 21
venerdì 15/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
sabato 16/ 12/ 2023 21
domenica 17/ 12/ 2023 19

Cresciuto in una famiglia di rigida fede calvinista, Schrader è un autore eterodosso, fortemente originale, a partire dall’ammirazione per Bresson e il cinema “trascendente”, cui dedicò un libro. I suoi sono film noir incentrati su parabole morali; i suoi personaggi tipici viaggiano dalla corruzione alla purezza, anelano una qualche forma di redenzione. Il prototipo è il Travis Bickle di “Taxi Driver”, che Schrader scrisse per Scorsese. Il giardiniere Narvel Roth del titolo segue le orme tracciate dai personaggi dei precedenti film di Schrader. In particolare, dopo “First Reformed” e “Il collezionista di carte”, i due più recenti, forma una sorta di trilogia sulle fragilità e contraddizioni del maschio contemporaneo, un trittico che è in grado di scavare tra sentimenti complessi come l’amore e l’odio, non limitandosi a una semplice messa in scena che li definisca ma puntando invece ad una rappresentazione dell’emozione che scaturisce dalla purezza e dalla forza dell’immagine. 

Il respiro della foresta 3
Prima visione
v.o. sott. ita

Il respiro della foresta

(Cina/Taiwan 2023) di Jin Huaqing - 85'
martedì 12/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
mercoledì 13/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita

Straordinario documentario che tratteggia i particolari dell’annuale ritiro di migliaia di monache tibetane, svolto in piccole abitazioni in legno, che puntellano il vasto altopiano del Tibet.

io noi gaber 1
Prima visione

Io, noi e Gaber

(Italia 2023) di Riccardo Milani - 134'
lunedì 11/ 12/ 2023 21

Chi è stato Giorgio Gaber, per la musica italiana ma soprattutto per noi, che magari "non ci sentiamo italiani, ma per fortuna o purtroppo lo siamo"? È forse da questa domanda che è partito Riccardo Milani per raccontare uno dei cantautori più originali del nostro Paese, ma anche un teatrante, un filosofo, un pensatore politico e un "operatore culturale" nel senso più alto e nobile del termine.

POSTER KISSING GORBACIOV WEB
Prima visione

Kissing Gorbaciov

(Italia 2023) di Andrea Paco Mariani & Luigi D'Alife - 97'
lunedì 04/ 12/ 2023 21.00
venerdì 08/ 12/ 2023 21
sabato 09/ 12/ 2023 21
domenica 10/ 12/ 2023 19

Nel 1988 a Melpignano, un piccolo paesino del Salento, avviene un evento storico: per la prima volta delle rock-band sovietiche si esibiscono oltrecortina. Nel Marzo 1989 saranno alcune band italiane, tra le quali i CCCP - Fedeli alla linea e i Rats, ad esibirsi in Unione Sovietica. L'incredibile storia del tour che riuscì a creare un ponte tra due mondi divisi, attraverso un linguaggio che non ha bisogno di interpreti: la musica.

the old oak
Prima visione

The Old Oak

(Regno Unito, Francia, Belgio 2023) di Ken Loach - 113'
giovedì 16/ 11/ 2023 21.00
venerdì 17/ 11/ 2023 21.00 v.o. sott. ita
sabato 18/ 11/ 2023 18.3021.00
domenica 19/ 11/ 2023 16.3019.00
giovedì 23/ 11/ 2023 21.00
venerdì 24/ 11/ 2023 21.00
sabato 25/ 11/ 2023 18.3021.00
domenica 26/ 11/ 2023 16.3019.00
giovedì 30/ 11/ 2023 21
venerdì 01/ 12/ 2023 21 v.o. sott. ita
sabato 02/ 12/ 2023 18.3021
domenica 03/ 12/ 2023 16.3019
giovedì 07/ 12/ 2023 21
venerdì 08/ 12/ 2023 18.30
sabato 09/ 12/ 2023 18.30
domenica 10/ 12/ 2023 16.30

I film della coppia Loach/Laverty hanno una matrice ideologica che sta tra Marx e Rousseau: gli esseri umani sarebbero di loro natura buoni, gentili, affettuosi, anche se non mancano conflitti individuali dettati da gelosie, rivalità, ambizioni. A un certo punto, però, gli individui o le comunità sono costrette a scontrarsi con una società malvagia che spesso li priva dei loro diritti fondamentali, soprattutto nel campo del lavoro, fattosi sempre più volatile, raro e incerto in un sistema capitalistico ormai privo di ogni regola. Una deregulation che Loach e Laverty hanno indagato in tutte le sue declinazioni, a partire da Riff Raff (1991, si era appena conclusa l’era della Thatcher): fine delle garanzie sindacali, abbattimento del sistema sanitario, immigrazione, precarizzazione. 

ilmalenonesiste 1
Prima visione

Il male non esiste

(Giappone 2023) di Ryūsuke Hamaguchi - 106'

LEONE D'ARGENTO ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2023

Il piano sequenza di quattro minuti che apre il film, con la macchina da presa che carrella elegante inquadrando dal basso in alto i rami degli alberi di un bosco in pieno inverno, comunica già il senso del film. Questi quattro minuti, scopriamo con uno stacco improvviso di montaggio, sono la soggettiva dello sguardo di una bambina che guarda all’ insù. Hamaguchi, premio Oscar 2022 per “Drive My Car”, lascia qui le nevrosi metropolitane per immergersi in un Giappone di campagna, un mondo rurale ancorato ai ritmi e alle risorse della natura, dove la vita umana è precaria ma “sana”.